Misuratori laser con batteria al litio o pile stilo: cosa scegliere? Guida al confronto, differenze, dettagli, utilizzo, prezzi

Il misuratore distanza laser quantifica la distanza tra se stesso e un obiettivo e lo visualizza sul video. Il processo è molto più svelto della classica operazione di prendere il metro a nastro e distenderlo da una parte all’altra. Vi è una ricca molteplicità di metro laser tra cui scegliere in commercio, che comportano apparecchi per valutare la lunghezza, l’area e il volume o permettono di operare complessi calcoli di geometria. Preferire il miglior metro laser non è così semplice come si potrebbe immaginare. Sia che tu stia ricercando qualcosa di economico per stimare la lunghezza dei tuoi muri o qualcosa di più compatto e robusto, che quantificherà geometrie complesse, devono essere esaminati diversi fattori. Ecco alcuni di questi elementi da osservare quando si sceglie il miglior misuratore laser per le proprie richieste.

Batteria e la sua durata

I metri laser sono sostentati da batterie usa e getta, oppure ricaricabili.

La durata delle batterie deriva molto dalla loro quantità e dal tipo di uso che si fa del congegno. La maggior parte dei nastri laser che rinveniamo in commercio, prevedono 2 o 4 batterie al massimo. Quindi, sarebbe sempre opportuno portarsi dietro qualche batteria di ricambio, specie se ci si dimentica spesso accesa l’unità dopo l’impiego. A questo proposito, i dispositivi migliori in mercato, ordinano anche la funzione di spegnimento automatico, dopo un certo periodo di inoperosità.

Portata

La portata cambia da modello a modello. Spesso, un modello modesto, parte da una lunghezza massima di 20 metri. Mentre i modelli specialistici e che costano di più, possono superare serenamente i 200 metri.

La maggior parte dei modelli di fascia dal valore intermedio, hanno una portata contenuta tra i 30 e i 90 metri, più che adeguati per le applicazioni domestiche. Un modello base con una portata fino a 40 metri è di ottima fattispecie per lavori in casa. Gli appaltatori edili, i lavoratori tecnici e gli addetti stradali, invece, valuteranno maggiormente la gamma dei modelli di fascia alta, in grado di stimare lunghezze superiori a quelle di un campo di calcio.

Accuratezza e precisione

La misurazione di un misuratore distanza laser è spesso sufficientemente precisa. I dispositivi agiscono utilizzando ottiche precise e laser, che quantificano la distanza sia paragonando quella fisica del raggio laser proiettato e sia conteggiando il tempo impiegato dal raggio laser per tornare indietro. La precisione generale dipende da quanto bene collochi o mantieni il laser.

Se si operano più misurazioni, è importante tenere l’unità fissa e ruotarla con impegno. La maggior parte dei modelli presenti in vendita, esegue misure comprese tra più o meno 2 millimetri. Alcuni modelli sono più precisi di altri. I modelli più convenienti sono molto meno precisi e producono misure che sono entro i 6,35 millimetri.

Tali calcoli implicheranno quelli necessari per la tinteggiatura o l’inclinazione delle pareti. Questa precisione è certamente adeguata per la maggior parte dei lavori di fai da te, falegnameria, costruzioni o paesaggistica.

Coloro che hanno necessità di effettuare misurazioni per compiti di alta esattezza come la posa di tubi, la posa di basamenti o lo spianamento stradale, vorranno un modello di fascia più alta in grado di concepire misure entro 1 mm.

Funzionalità

I metri a laser classificano moltissime funzionalità. Se pensi che con un apparecchio del genere puoi facilmente calcolare la lunghezza di un muro, ti sbagli. La maggior parte dei modelli può rendere visibile misure in centimetri, pollici, e tanto ancora. Quasi tutti i modelli possono contare distanza, area e volume semplici, ma alcuni modelli possono conteggiare anche geometrie più progredite. Controlla la lista delle funzioni specifiche se desideri impiegare il tuo metro laser per progetti più complessi:

  • Lunghezza:adoperata per misurare la semplice lontananza tra due punti, ad esempio la lunghezza di un muro o uno basamento o la larghezza di tapparelle e porte.
  • Area:impiegata per calcolare la superficie totale tra lunghezza e larghezza, ad esempio l’area della estensione di un muro da dipingere.
  • Volume:utilizzato per misurare il volume di uno spazio tra lunghezza, larghezza e altezza, ad esempio il peso di riempimento necessario per un parco.
  • Misurazione continua:utilizzata per compiere misurazioni lungo un cammino da un muro, da un portone.
  • Modalità di misurazione:utilizzata per misurazioni precise da un punto di riferimento fissato alla distanza più corta o più lunga da quel punto.
  • Multi-superficie:impiegata per calcolare l’area completa di più superfici con una lunghezza o altezza sociale, come orti o giardini.
  • Pitagora:utilizzato per calcolare l’estensione l’altezza o la larghezza indirettamente da una lontananza. Rammenti il teorema di Pitagora delle scuole medie? Hai solo necessità di due misurazioni per calcolare indirettamente le distanze.
  • Trapezio:per il calcolo di piani inclinati come soffitti inclinati.
  • Picchettamento:per valutare quantitativamente la stessa lunghezza continuamente per installare una serie di collegamenti o pali come delimiti o lampioni.
  • Misurazione dell’angolo: per determinare l’angolo tra due superfici come l’inclinazione di una abitazione o angoli obliqui del soffitto.

Livia Carandente è una giornalista napoletana. Laureata in Comunicazione, ha collaborato con diverse testate, cartacee e televisive, e diretto dei magazine. E’ autrice e conduttrice del format televisivo “Le vie del Cuore”, dedicato a storie di fede. E’ autrice del romanzo “Quanti figli hai?”, edito da Tau. Insegna “Psicologia della Comunicazione attraverso i simboli” . Scrive di tecnologia. È moglie e mamma.

Back to top
menu
sceltamisuratorilaser.it